Un dentista applica il filo interdentale ai denti di un paziente

Fonte immagine: wikipedia

Sappiamo bene che la pulizia dei denti è uno degli strumenti fondamentali per quanto concerne l’igiene orale. Ma una domanda che spesso capita di ricevere e di trovare anche nel web è sul quante volte all’anno bisogna farla. Navigando si trovano spesso le risposte di esperti che consigliano di provvedere una volta ogni 6 mesi a questa pratica. Ma una risposta così statistica non è corretto pienamente darla e ciò poiché ogni individuo ha le sue specificità e quindi la cosa migliore da dire è che opportuno piuttosto discutere con il proprio specialista per definire tempi e modalità della pulizia dei denti.

Mantenere una buona igiene orale, ossia andare oltre la pulizia dei denti: 
A prescindere da quanto sopra scritto, ovviamente, per una buona pulizia dei denti è importante, nella quotidianità, anche il numero di volte in cui li spazzoliamo, il come ed il quando. In altre parole, per evitare la classica fuga dal dentista per necessità impellenti, è soprattutto necessario avere cura di sé stessi. Per eliminare la placca batterica servono almeno due minuti di lavaggio attento e che segua determinate modalità di cui vi abbiamo parlato nella sezione consigli del nostro sito. In questo articolo, visto che non è mai sbagliato sottolinearlo, va ricordato che è errato lo spazzolamento laterale perché non consente la rimozione degli agenti che attaccano la nostra bocca.

In conclusione, detto del generico consiglio nel fare la pulizia dei denti almeno due volte l’anno, è importante invece seguire nel quotidiano delle buone pratiche come la stessa scelta dello spazzolino; la diversità delle setole e delle tipologie stesse di spazzolino che sono presenti oggi sul mercato, è facile comprendere che permettono il più ideale supporto per una corretta cura di se stessi; d’altro canto è anche vero che questa diversità è dovuta a particolarità di ognuno e quindi decidere autonomamente e senza criterio se usare una setola media oppure dura, se usare lo spazzolino vecchio stile o quello elettrico, è un piccolo rischio che si potrebbe evitare consultando il proprio specialista. Per quanto riguarda il dentifricio è sufficiente uno di quelli al fluoro che esercita una triplice funzione: protettiva, antisettica e remineralizzante dello smalto dentale.

È giusto condividere...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin